REGOLAMENTO DOCENTI:

  1. L’allievo:
    Nello svolgimento della sua attività, il Docente tratterà non solo l’aspetto formale della didattica riconducibile alla contenutistica e alla metodologia, ma anche gli aspetti umani, cognitivi e dunque psicologici e sociologici dell’allievo.
  2. I genitori degli allievi:
    Con i Genitori degli Allievi, il Docente avrà sempre un atteggiamento cordiale e disponibile, rimanendo comunque in una posizione professionale tale da non sembrare invadente, non accettare l’invadenza dei Genitori, accettare di dialogare con essi solo negli orari di lezione individuale dei figli e solo per argomenti concernenti la didattica dei loro figli.
  3. Comportamenti all’interno della scuola:
  4. Attività:
    Il Docente parteciperà sempre in modo attivo e fisico a qualsiasi attività che riguarderà i suoi Allievi: saggi, spettacoli, esami, concorsi, ecc. In caso di un suo impedimento, potrà essere sostituito da un suo delegato che abbia i giusti requisiti.
  5. Competenze:
  6. Programmi di studio:
  7. Reperimento materiali di studio:
    Il Docente provvederà a fornire materiali (registrazioni, partiture o quant’altro) non facilmente reperibili da parte dell’Allievo, da utilizzare nei laboratori di musica d’insieme e durante le lezioni strumentali, per esami, saggi, spettacoli, concorsi, ecc.
  8. Assenze:
  9. Compensi:
    • Il prezzo pattuito per le prestazioni riguarderà solo le lezioni e gli esami di passaggio (€/ora) e non riguarderanno saggi, spettacoli, concorsi, esami di licenza o di diploma e quant’altro venga svolto al di fuori della sede.
    • Per motivi organizzativi, il Dirigente si impegnerà a fornire il compenso pattuito con i collaboratori entro la prima decade del mese successivo, dopo l’opportuno smistamento delle entrate che generalmente avverrà entro la quarta settimana del mese.
    • Il compenso per i collaboratori sarà pattuito con il Dirigente e riguarderà il tempo effettivo di prestazione e non la lezione intera, che avrà durata di 45 minuti per il corso professional e di 60 minuti per quello hobby.
    • Il Docente percepirà mensilmente una quota pari a n.4 lezioni per ogni allievo iscritto al suo corso, considerando che, nonostante le festività e le varie ricorrenze, le lezioni avranno una frequenza media di n.4 al mese. Se ciò non fosse, a conclusione dell’Anno Accademico il Docente provvederà a fornire all’Allievo le lezioni mancanti.

 

REGOLAMENTO ALLIEVI:

  1. Il corso professionale:
    Scegliendo il percorso professionale (professional o mastering), l’allievo sarà obbligato a:
  2. Il corso amatoriale:
    Scegliendo il percorso amatoriale, hobby o premium, l’allievo:
  3. Quote:
    L’allievo potrà decidere se effettuare il versamento a cadenza: mensile, trimestrale o a 5 mesi, rispettare modalità e tempi:
  4. Offerte:
    L’allievo potrà usufruire delle seguenti offerte messe a disposizione dal CME:
  5. Recuperi:
  6. Colloqui con gli insegnanti:
    Per rispetto delle lezioni altrui
  7. Verifiche:
    Alle verifiche saranno interessati obbligatoriamente, pena l’annullamento dell’iscrizione, tutti gli allievi del corso professionale. Le verifiche riguarderanno:
  8. Iscrizioni:
    Sarà obbligatorio effettuare l’iscrizione per il successivo Anno Accademico entro la data prestabilita (solitamente entro la metà di maggio), per:
  9. Rispetto umano e materiale:
    Poiché gli allievi avranno la possibilità di svolgere attività didattiche ed artistiche anche collettivamente, eventualmente in collaborazione con strutture esterne al CME e utilizzando materiali e strumenti appartenenti o non appartenenti alla scuola, sarà obbligatorio che essi, durante le attività interne ed esterne alla sede, abbiano sempre un atteggiamento rispettoso nei confronti dei colleghi di studio, dei docenti, del pubblico, del personale di enti pubblici e privati con i quali il CME avrà un rapporto di collaborazione, dei materiali e strumenti utilizzati per qualsiasi attività.
  10. Rinuncia ai corsi:
    La rinuncia potrà avvenire:
  11. Controversie:
    Per qualsiasi controversia, Foro competente sarà quello di Teramo, fatte salve eventuali, diversi vigenti disposizioni di legge.